SAN MARINO (ITALPRESS) – Sono 78 le nuove assunzioni avvenute in un anno all’Istituto per la Sicurezza Sociale della Repubblica di San Marino, l’ente pubblico che gestisce l’Ospedale di Stato e tutti gli ambiti della previdenza e della sanità territoriale, nonché l’area socio sanitaria. Assunzioni che riguardano nel dettaglio primari, Medici di Medicina Generale, specialisti Ortopedici, direttori di Dipartimento, infermieri, OSS, ostetriche, biologi, e altre figure. A illustrare i dati è stato il direttore generale dell’ISS, Francesco Bevere, durante l’audizione alla Commissione Permanente Sanità del Consiglio Grande e Generale, il Parlamento sammarinese, per un bilancio del suo primo anno di lavoro sul Titano. Un risultato frutto di “molteplici attività di reclutamento – scrive il DG Bevere nella sua relazione – che si sono concluse con successo e che hanno permesso di dotare l’Istituto di ulteriori professionisti di alto profilo”.

In generale, per quanto riguarda il personale che lavora nell’area sanitaria, nella relazione del direttore Bevere emerge come – tramite accordi governativi e sindacali avviati nell’ultimo biennio – sia stata inoltre risolta “con successo la stabilizzazione del personale precario in sanità”. Accordi che prevedono la trasformazione graduale dei rapporti di lavoro di circa 250 dipendenti. “Abbiamo introdotto sistemi di consultazione periodica dei dati di produzione e questo ci ha permesso di pianificare alcuni importanti investimenti in tecnologia e servizi innovativi di diagnosi e cura”, sottolinea Bevere.

Relativamente ai principali acquisti e investimenti già concretizzati, sono citati il Robot chirurgico “Da Vinci”; attrezzature oculistiche per l’avvio del Centro per lo Studio e la Cura della Miopia; mezzi di trasporto, anche per disabili; poltrone per il Day Hospital oncologico; una nuova TAC Spirale Multistrato; la Centrale Operativa Territoriale; l’appalto, già concluso, per un innovativo distributore automatico h24 per la Farmacia del centro storico di San Marino con farmacista in telecollegamento. Conclusa recentemente, infine, l’elaborazione del capitolato di gara per l’affidamento del Servizio di Telemedicina e Teleassistenza che coprirà tutto il territorio della Repubblica di San Marino. Dall’audizione è emerso anche che è conclusa la prima bozza di capitolato di gara per la telemedicina e teleconsulto che sarà a breve al vaglio del Collegio di Direzione. “L’implementazione della telemedicina nel territorio sammarinese consentirà – scrive il DG Bevere – di avvicinare sempre di più la medicina territoriale al domicilio del paziente, evitando anche accessi impropri all’Ospedale di Stato”. Davanti ai ministri sammarinesi per la Sanità e per il Territorio, oltre ai consiglieri, Bevere ha spiegato che “l’investimento in telemedicina rappresenta un mezzo ulteriore per garantire maggiore facilità di accesso ai servizi di assistenza e una migliore esperienza di cura”.

Fonte: ITALPRESS